Excite

WPT Vienna, vince Gromov, ma è grande Italia!

Ancora grande Italia al WPT Vienna. Gli azzurri non hanno vinto, ma hanno piazzato due giocatori all’ennesimo final table. La vittoria, infatti, è andata al russo Dmitry Gromov, ma rispettivamente quarto e settimo si sono piazzati Mario Adinolfi e lo scatenato Alessio Isaia, già vincitore del WPT di Venezia.

Il World Poker Tour è un circuito di tornei di poker non da tutti e non per tutti. Si tratta del secondo circuito di poker più ricco e famoso al mondo, dietro soltanto alle mitiche WSOP. A Vienna l’ha spuntata, come detto, Dmitry Gromov, che nell’heads up ha avuto la meglio su Maxim Kolosov: per il primo un premio di quasi 450 mila euro, per il secondo 241 mila euro. Gli italiani si devono ‘consolare’ con i quasi 50 mila euro di Isaia ed i 115 mila euro di Adinolfi.

Ma ripercorriamo il final table di questo torneo di Texas Hold’em. Il primo a lasciare il gioco è stato Mark Jenisch, eliminato da Dmitry Gromov grazie a un set di 9 contro Q-Q del suo avversario. Poco dopo è stata la volta del nostro Isaia, che non è riuscito a uscire indenne da un piatto a tre (contro lo stesso Gromov e Adinolfi) e si è alzato dal tavolo al settimo posto. Sesto piazzamento per Max Noll, seguito da Valenti Stroiescu e Mario Adinolfi (giustiziato sempre da Gromov).

L’heads up, una delle fasi più eccitanti del poker, non è durato moltissimo, come da tradizione nel World Poker Tour. Gromov ha vinto un classico ‘coin flip’ contro Kolosov, quando il suo A-10 ha trovato aiuto dal board per superare la coppia di 8 servita dell’avversario.

(Foto © brieuc_s su Flickr)

poker.excite.it fa parte del Canale Blogo Sport - Excite Network Copyright ©1995 - 2017