Excite

WPT Venezia, a Bjiorn Lindberg l’High Roller

Abbiamo ancora negli occhi la splendida vittoria di Alessio Isaia al main event del World Poker Tour di Venezia, ma l’Italia è andata molto vicina a fare suo anche l’evento High Roller, un torneo di poker Texas Hold’em dal buy-in molto elevato. Al tavolo finale, infatti, si sono seduti quattro italiani e quattro stranieri, ma purtroppo è stato uno di loro, Bjiorn Lindberg, ad alzare il trofeo.

Eppure le speranze di un clamoroso bis azzurro erano più che concrete, dal momento che al tavolo finale del WPT Venezia High Roller c’erano esponenti niente male del Texas Hold’em italiano: Giovanni Safina, Max Rosa, Marcello Marigliano e un certo Dario Minieri. Gli stranieri rispondevano con Bjiorn Lindberg, Marko Neumann, Kirill Rabtsov e Dominik Nitsche. Questa la composizione del final table, con relativo stack:

1 - Giovanni Safina 131.550

2 - Bjiorn Lindberg 123.000

3 - Dominik Nitsche 86.475

4 - Dario Minieri 79.500

5 - Marko Neumann 76.600

6 - Marcello Marigliano 47.575

7 - Massimiliano Rosa 16.900

8 - Kirill Rabtsov 8.375

Tutti si aspettano che sia Rabtsov il primo a lasciare il tavolo, e invece purtroppo è Max Rosa, che va all-in con A-Q, ma trova il call di Lindberg con 5-5: nulla di fatto sul board e uno dei più classici coin flip da torneo di Texas Hold’em condanna l’italiano all’ottavo posto. Effettivamente poi è Rabtsov ad essere eliminato (non che cambi molto, dato che a premi vanno i migliori quattro): con K-Q manda la vasca, riceve il call di Nitsche con A-6 e un board bianco lo relega al settimo posto.

La mano che elimina Dario Minieri, uno dei più forti giocatori di poker da torneo in Italia, ha del clamoroso: va all-in con 7-7 e viene chiamato da Neumann che ha… 7-7! Purtroppo il tedesco ha un 7 di picche che gli permette di chiudere un fortunoso colore al river che elimina l’azzurro dal torneo. L’uomo bolla è Marcello Marigliano: si gioca il tutto per tutto con A-K, riceve il call con A-10 da parte di Lindberg che, dominato, pesca la carta giusta ed elimina l’italiano.

Rimasti in quattro, le speranze sono tutte affidate a Giovanni Safina, che purtroppo abbandona il WPT Venezia High Roller quando, con A-J, va all-in e viene chiamato da A-10 di Nitsche: ancora una volta è un 10 a voltare le spalle al nostro portabandiera, che si deve inchinare alla sfortuna finendo ai piedi del podio. Al terzo posto si piazza Dominik Nitsche, mentre l’heads up finale viene vinto da Bjiorn Lindberg grazie a un colore chiuso al river.

(Foto © Lludo su Flickr)

poker.excite.it fa parte del Canale Blogo Sport - Excite Network Copyright ©1995 - 2017