Excite

Tornei poker: WSOP 2011, pioggia di braccialetti nel weekend

Durante il fine settimana sono stati assegnati ben sei braccialetti alle WSOP 2011, dopo quello vinto da Sean Drake nell’evento di apertura (un torneo di Texas Hold’em) dedicato agli impiegati dal Rio Casino & Hotel. Cominciano ad arrivare risultati anche da parte dei giocatori italiani, anche se il braccialetto è stato soltanto sfiorato.

Sì, perché Alessio Isaia è andato davvero vicino a fare la storia del poker italiano, dopo aver rischiato di vincere il suo primo braccialetto nello stesso anno in cui si è aggiudicato un evento del World Poker Tour. Il ‘fabbro’, questo il suo soprannome, si è arreso solo in heads-up nel torneo di Seven Card Stud. A batterlo il fortissimo Eugene Katchalov, vincitore dell’Evento 5. Bene anche Michele Limongi, in the money nell’Evento 6 dedicato al Limit Hold’em (e vinto da Harrison Wilder) e Marco Traniello, a premio nel Pot-Limit Hold’em (evento 7).

Tra i risultati più attesi nei vari tornei di poker registriamo senza dubbio l’affermazione di Jake Cody nell’Evento 2, il torneo di heads-up da 25 mila dollari di buy-in. Al secondo posto si è piazzato Yevgeniy Timoshenko, mentre il favorito della vigilia, Gus Hansen, si è fermato alle semi-finali.

L’Evento 4, un torneo di Texas Hold’em No Limit l’ha vinto Allen Bari, mentre l’Evento 3 (Omaha Hi-Lo Split 8 or Better) se l’è aggiudicato Francesco Barbaro; nonostante il nome e il cognome, però, il giocatore è statunitense e di italiano ha soltanto le chiare origini. In corso d’opera gli Eventi 8, 9 e 10, rispettivamente nella specialità No Limit Hold’em, 2-7 Draw Lowball e No Limit Hold’em 6-Handed.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017