Excite

Tornei poker: WSOP 2011, Alessio Isaia is on fire

Come direbbero gli americani, ‘Alessio Isaia is on fire’. Il player di Roccabruna, senza dubbio il miglior torneista italiano di quest’anno, è attualmente terzo nel chip count dell’evento numero 11 delle WSOP 2011, il torneo di Pot-Limit Omaha Hi Lo Split 8 or Better da 10 mila dollari, uno dei Championship insomma.

Isaia ha 390 mila chip, e insegue l’americano Jason Steinberg a 530 mila e il canadese Guillaume Rivet a 550 mila. Dei 202 giocatori che si sono iscritti, ne sono rimasti solo 27, e tutti quanti andranno a premio. Isaia dunque di sicuro non potrà vincere meno di 16 mila dollari, ma aggiudicarsi questo torneo di poker gli assicurerebbe ben 465 mila dollari, oltre ovviamente l’ambito braccialetto.

Nell’evento 8, invece, continua il dominio di Jon ‘PearlJammer’ Turner, quando siamo giunti alla composizione del tavolo finale. A insidiare Turner, molto da vicino, c’è Sadan Turker: i due posseggono insieme oltre 7 milioni di chip, più degli altri partecipanti al final table messi insieme. Non che nel poker questa sia una garanzia di vittoria, ma sicuramente entrambi possono guardare con fiducia al futuro.

Nell’evento 10, un torneo di Texas Hold’em Six-Handed da 1.500 dollari di buy-in, comanda il canadese Alexander Wice.Ventitreesimo posto, e 15 mila dollari, per il nostro Mauro Stivoli. Bene anche Fabio Coppola, in the money per un 75esimo posto da quasi 5 mila dollari. Terminato anche il Day 1 dell’evento 12, un torneo di Texas Hold’em ‘Triple Chance’ che vede in testa Peter Hernandez. Occhio però ai campionissimi ancora in corsa; ce ne sono tanti, da Carlos Mortensen a Kathy Liebert, da J.C. Tran a Jeff Shulman, da David Sklansky a Andy Black.

poker.excite.it fa parte del Canale Blogo Sport - Excite Network Copyright ©1995 - 2017