Excite

Tornei poker: WPT Parigi, Waxman balza in testa

Il WPT di Parigi continua a regalare sorprese ed emozioni. Il Day 3 si conclude con Matthew Waxman davanti a tutti, e con qualche eliminazione eccellente che non ti aspetti. Il giovane poker pro americano non è un nome altisonante, ma si sa che nei tornei di poker non è raro che qualche outsider faccia il colpo grosso. Ad ogni modo Waxman dovrà ancora sudare parecchio se vorrà vincere il suo primo titolo del World Poker Tour in carriera.

I tornei di Texas Hold’em del WPT sono lunghi, duri e imprevedibili. Lo sa bene il chip leader attuale, il 25enne proveniente da Parkland, che è riuscito a raggranellare la bellezza di 1,2 milioni di chip eliminando giocatori del calibro di Farzad Bonyadi e Benny Spindler. È proprio grazie a queste due eliminazioni se Waxman comincerà da chip leader il primo degli ultimi due giorni di questa tappa parigina del World Poker Tour. Ad ogni modo, chi conosce l’ambiente sa che Waxman è tutto fuorché uno sprovveduto: non si arriva nove volte a premio nei tornei delle WSOP senza essere dei giocatori più che buoni.

Waxman ha all’attivo anche un sesto posto in un evento WSOP del 2009, precisamente nel torneo di Texas Hold’em No Limit Six Max da 5 mila dollari di buy-in. Il suo risultato più prestigioso in carriera è la vittoria in una tappa del WSOP Circuit Championship, avvenuta lo scorso dicembre all’Harrah’s di Atlantic City: in quell’occasione, Waxman si portò a casa ben 117 mila dollari.

Ma i vari Mikko Sundell (1 milione di chip), Dmitry Stelmak (912 mila chip), Nesrine Kourdourli (unica donna ancora in gioco, 839 mila chip), che sono i più immediati inseguitori, venderanno cara la pelle prima di arrendersi a Waxman. Occhio anche ad altri volponi del poker, come Dori Yacoubi, Guillaume Darcourt, il chip leader del Day 3 Franck Pepe e Joe Cassidy, tutti ancora tra i 27 rimasti.

poker.excite.it fa parte del Canale Blogo Sport - Excite Network Copyright ©1995 - 2017