Excite

Tornei poker: WPT Borgata Poker Open, fuori quasi tutti i big

Will Failla, Matt Glantz, Doug Kim, ‘Miami’ John Cernuto, Vanessa Selbst. No, non sono loro i finalisti del WPT Borgata Poker Open, sebbene ci si potesse aspettare che almeno un paio tra questi mostri sacri del poker avrebbe potuto raggiungere il final table. E invece sono stati eliminati tutti quanti, segno inequivocabile che il dio del Texas Hold’em non guarda in faccia anche a chi ha un pedigree di tutto rispetto.

Così, tra i sei che si giocheranno la vittoria di questo torneo di poker troviamo personaggi non molto noti al grande pubblico, per non dire quasi sconosciuti. Come i due chip leader, Bobby Oboodi e Fred Goldberg, entrambi con oltre 11 milioni di chip (e divisi da una manciata di gettoni di piccolo taglio). Goldberg non è proprio un Carneade, visto che in carriera ha vinto 2 milioni e ha pure conquistato un braccialetto WSOP, anche se è più famoso come l’uomo-bolla del Main Event più ricco della storia delle World Series (era il 2006, vinse 1,1 milioni di dollari).

Oboodi non ha molta esperienza nei tornei di Texas Hold’em, anche se ha ottenuto qualche buon risultato, soprattutto giocando online. Al terzo posto troviamo Darren Elias, altro player da oltre 2 milioni di dollari vinti in sei anni di carriera, ma non certo uno di quelli che attirano i media. Segue Daniel Buzgon, un grinder del poker online, e completano il sestetto gli short stack Jin Hwang e Ricky Hale.

Il final table di questo evento dedicato al Texas Hold’em si giocherà oggi, naturalmente sempre al Borgata di Atlantic City. A ciascun giocatore è già garantito un premio di circa 186 mila dollari, anche se ovviamente il piazzamento più prestigioso, quello riservato al vincitore, è quello che fa anche più gola: 922 mila dollari.

poker.excite.it fa parte del Canale Blogo Sport - Excite Network Copyright ©1995 - 2017