Excite

Tornei poker: EPT Barcellona, il Day 1B parla italiano

L’EPT di Barcellona entra nel vivo e con la definizione del Day 1B, conclusosi ieri, si tuffa oggi nel Day 2. Bene gli italiani, e nello specifico occorre fare i complimenti al giornalista-giocatore Mario Adinolfi, capace di issarsi fino al quinto posto assoluto del Day 1B, con 169 mila chip. Sarà sufficiente un ottima prima giornata affinché Adinolfi raggiunga il final table della seconda tappa della stagione 2011-2012 dell’EPT?

Intanto possiamo rivelare il primo premio di questo torneo di poker che si sta svolgendo in terra spagnola: ben 850 mila euro, oltre all’ambita picca, finiranno nelle tasche dell’unico player che non si farà eliminare. Ottimo anche il gettone di presenza dedicato al runner-up: 532 mila euro. Completiamo il podio con il premio del terzo classificato: 315 mila euro.

Ma veniamo a parlare del Day 1B. Dei 465 giocatori di poker iscritti, solo 228 torneranno ai tavoli per il Day 2, ai quali vanno uniti i player che sono sopravvissuti al Day 1A. In totale, dunque, oggi si affronteranno 407 player, tra i quali ritroveremo campioni del mondo del calibro di Jonathan Duhamel e Chris Moneymaker. Occhio anche a fenomeni del Texas Hold’em che prediligono il circuito europeo, come Liv Boeree, Bertrand ‘ElkY’ Grospellier e soprattutto Eugene Katchalov, sesto assoluto nel chip count del Day 1B.

E per quanto riguarda gli italiani? Detto del quinto posto di Mario Adinolfi, potremo contare su altri 16 azzurri, tutti a caccia della vittoria in uno dei tornei di Texas Hold’em più prestigiosi che ci siano. E i nomi, almeno sulla carta, sono quelli di gente che ha le potenzialità per farcela: Filippo Candio (84 mila chip), Alfio Battisti (79 mila chip), Niccolò Calia (62 mila chip), Massimiliano Martinez (48 mila chip) e Renato Paolini (25 mila chip) su tutti.

poker.excite.it fa parte del Canale Blogo Sport - Excite Network Copyright ©1995 - 2017