Excite

Texas Hold’em: WSOP 2011 November Nine: Sam Holden

La fine del Main Event delle WSOP 2011 è ancora lontana, ma iniziamo oggi la lunga strada verso il final table, analizzando nello specifico i November Nine, cioè i magnifici nove che fra poco più di tre mesi si giocheranno il titolo di campione del mondo di Texas Hold’em. Cominiciamo con lo short-stack del tavolo, il giocatore che inizierà a giocare con meno chip di tutti: il britannico Sam Holden.

Sam Holden è un giocatore di poker professionista, che a 22 anni è riuscito nell’impresa di resistere a un field di 6.865 giocatori e di conquistarsi la possibilità di vincere un primo premio di 8.7 milioni di dollari. Di Holden in realtà si sa poco, dal momento che questo ragazzo ha cominciato a giocare da professionista solo da un annetto circa. Sappiamo che vive a Herstmonceux, nell’East Sussex, in Inghilterra, e che si è avvicinato al poker quando studiava scienza forense alla Kent University.

Dopo essersi laureato a giugno del 2010, Holdem ha cominciato la sua carriera di professionista. Una carriera che fino all’exploit nel torneo di Texas Hold’em più importante al mondo non era decollata: 11 mila dollari vinti non lo facevano certo uno degli ‘squali’ più temuti del circuito live. Eppure, grazie al suo risultato il suo bankroll schizzerà, come minimo, di 782 mila dollari. Ma Holden è forte soprattutto nel poker online, dove ha vinto già 285 mila dollari. Se la cava anche al cash game, ai livelli da $1/$2 e $2/$4.

Come detto, Holden avrà lo stack più ridotto, e potrà giocare con soli 12.3 milioni di chip. I bookmakers lo quotano 12 a 1 come possibile vincitore, ma questo piccolo fenomeno del Texas Hold’em non si scoraggia: ‘Essere tra i November Nine è già eccezionale. Non vedo l’ora di giocare: non ho molta pressione addosso, ma spero di sorprendere tutti’.

poker.excite.it fa parte del Canale Blogo Sport - Excite Network Copyright ©1995 - 2017