Excite

Texas Hold’em: Thomas Marchese Player of The Year per CardPlayer

Se Sorel Mizzi è il Player of The Year 2010 per Bluff Magazine, Thomas Marchese lo è per CardPlayer. Le due riviste specializzate sul poker hanno dei parametri diversi nell’assegnazione dei punti validi per la classifica di Player of The Year, che tengono conto non solo dei premi in denaro, ma del numero di piazzamenti a premio, del numero di final table raggiunti, dall’ammontare del buy in dei vari tornei, dal numero dei partecipanti e così via.

Thomas Marchese nel 2010 è riuscito ad arrivare a premio in 16 tornei di poker, per un totale di vincite che ammonta a oltre 2 milioni di dollari. La cosa più sorprendente è che prima di quest’anno il Texas Hold’em per Marchese era sinonimo di poker online: l’americano non era mai riuscito ad arrivare a premio in un torneo di poker dal vivo, preferendo dedicarsi appunto al Texas Hold’em online (grazie al quale ha vinto quasi 500 mila dollari).

Quando ha deciso di dedicarsi ai tornei di Texas Hold’em dal vivo, Marchese ha stupito tutti: primo posto al NAPT Deep Stack Extravaganza per un premio di 827 mila dollari e quarto posto al Texas Hold’em No Limit High Roller Event per 350 mila dollari incassati, a fronte di un buy in di 25 mila sterline. Marchese è stato così bravo e continuo da non essere riuscito ad andare a premio solo nei mesi di maggio, luglio e dicembre.

Parlando del suo successo nel Texas Hold’em, Marchese ha spiegato: ‘Sono riuscito a completare la transizione dal poker online ai tornei di Texas Hold’em dal vivo migliorando sulla pazienza, che era il mio punto debole. Dato che provengo dal poker cash game online, adattarmi al gioco deep stack dei tornei per me è stato più facile rispetto a quei giocatori online abituati a giocare short stack. Penso di avere le qualità giuste per poter eccellere nei tornei di poker dal vivo’.

(Foto © RickyNJ su Flickr)

poker.excite.it fa parte del Canale Blogo Sport - Excite Network Copyright ©1995 - 2017