Excite

Texas Hold’em: Sam Stein, alle WSOP nasce fenomeno del poker

Alle WSOP 2011 è nata un’altra stella del poker: si tratta di Sam Stein, giovane professionista statunitense che ha cominciato a giocare non appena raggiunta la maggiore età. Sì, perché Stein ha 23 anni e gioca a poker da quando ne ha 18. In questa edizione delle World Series of Poker ha già raccolto un terzo posto nell’evento Championship da 10 mila dollari dedicato al Pot Limit Hold’em (264 mila dollari per lui) e una vittoria nell’evento da 3 mila dollari dedicato al Pot Limit Omaha (420 mila dollari).

Stein nel corso dei suoi cinque anni di carriera ha già vinto quasi 3 milioni di dollari (di cui quasi la metà solo nel 2011) nei tornei di Texas Hold’em e delle altre varianti da lui praticate. ‘Quando hai già vinto e non ti preoccupi del buy-in che devi sborsare per gli eventi è tutto più facile’ ha dichiarato Stein in una recente intervista: ‘Sicuramente quando non devi pensare ai soldi la cosa ti aiuta a ottenere risultati e io penso di essere arrivato a questo punto’.

Molti, all’inizio delle WSOP, avevano scommesso su di lui come giocatore emergente che avrebbe potuto vincere un braccialetto, ma in pochi pensavano che la sua esplosione sarebbe stata così deflagrante. Attualmente, Stein ha raggiunto la vetta della speciale classifica dedicata al miglior giocatore delle Series, scalzando dal primo posto nientemeno che John Juanda, una delle leggende del poker.

Ma qual è il segreto del successo di Stein a queste World Series? Ce lo spiega lui stesso: ‘La modalità da torneo e il fatto che si trattasse di un evento di Pot Limit hanno giocato a mio favore, perché così potevo vedere più flop e giocare molto di più post-flop. Il gioco post-flop è uno dei miei punti di forza nel Texas Hold’em’.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017