Excite

Texas Hold’em: Poker online, giro di vite in Ungheria

Come molti altri Paesi dell’Unione Europea, anche l’Ungheria si è trovata ad affrontare un periodo di difficoltà: crescita minore rispetto alle attese, crisi economica e così via. Per ridurre un po’ il debito pubblico, da quelle parti stanno pensando di aumentare le tasse legate al gioco online, quindi anche al poker. La manovra è già in via di esecuzione, ma non toccherà solo il mondo del poker online.

Tralasciando argomenti che poco ci interessano nel contesto del Texas Hold’em (nuove tasse sui beni di lusso e sui cibi più costosi, e via dicendo), sono le parole del primo ministro ungherese, Viktor Orban, a farci capire meglio la situazione: ‘Ci saranno alcune tasse che aumenteranno, come quelle sull’alcol, sulle sigarette e sul gioco online (quindi poker incluso). Tasseremo tutto ciò che non è fondamentale nella vita di un cittadino, e metteremo freno a spese pazze che non sono necessarie in questo periodo di crisi’

Quindi è intervenuto il Ministro delle Finanze, Gyorgy Matolcsy, che ha spiegato come l’industria del gambling online, dai giochi da casinò ai tornei di Texas Hold’em, si vedrà aumentare le tasse a partire dal 1 novembre 2011. Tasse che, ha tenuto a sottolineare Matolcsy, non sono aumentate neppure di un centesimo sin dal settembre di sei anni fa.

Inoltre, per monitorare i movimenti di denaro dei giocatori di poker online e di tutti gli altri giochi d’azzardo, Matolcsy ha indicato che il governo ungherese sta pensando di introdurre un sistema elettronico, che permetterà di tassare maggiormente i giochi che si dimostreranno più remunerativi. Riuscirà l’Ungheria a recuperare terreno? Secondo Orban sì: ‘Non sarà la crisi a sconfiggere l’Ungheria, saranno gli ungheresi a sconfiggere la crisi’.

poker.excite.it fa parte del Canale Blogo Sport - Excite Network Copyright ©1995 - 2017