Excite

Texas Hold’em: Poker online e la concorrenza dei casino

Come tutti sanno, se non altro per la martellante campagna pubblicitaria messa in atto, dal 18 luglio c’è stata l’introduzione del poker online in modalità cash game. Non solo, finalmente (almeno per gli appassionati) l’AAMS si è decisa a dare il là anche all’apertura del mercato dei casino online, dove si può giocare alla roulette, al blackjack, al video poker e a quasi tutti i giochi da casino online più famosi. Quasi, perché mancano le slot online.

Ad ogni modo, è lecito chiedersi se questa nuova frontiera del gioco online possa in qualche modo andare a discapito del Texas Hold’em. Possono coesistere il poker cash game online e i giochi da casino online? E che dire dell’ormai classica modalità di poker da torneo, o dei sit&go? C’è spazio per entrambe queste realtà, o una rischia di cannibalizzare l’altra? Sono tutte domande che si sono posti appassionati ed esperti del settore, ma le risposte non sono ancora chiare.

Probabilmente è ancora presto per decretare la fine del poker online come lo conosciamo: tornei ricchi, numeri da capogiro e promozioni sempre più accattivanti. Eppure si nota già una certa atrofia nei ricavi, nonostante siano passati solo due mesi e mezzo dall’apertura dei casino online, che invece viaggiano a gonfie vele.

Si tratta di una moda passeggera, quella dei casino online, oppure il mondo dei tornei di Texas Hold’em virtuali rischia di diventare una nicchia ancora più ristretta? Stando alle previsioni dei dati il rischio che il poker online venga relegato ai margini del gambling virtuale c’è, anche se ovviamente gli amanti di questo gioco sono pronti a difenderlo a spada tratta.

poker.excite.it fa parte del Canale Blogo Sport - Excite Network Copyright ©1995 - 2014