Texas Hold’em: I candidati alla Hall of Fame del poker

Il consiglio della Hall of Fame del poker, la cosiddetta Arca della Gloria che racchiude gli esponenti più celebri o importanti del movimento (negli Stati Uniti ne esiste una praticamente per tutti gli sport più importanti, oltre che per il cinema) ha svelato i nomi dei dieci candidati all’introduzione nella Classe 2011. La scelta dei due vincitori verrà divulgata al pubblico durante le festività per il final table del Main Event delle World Series of Poker.

Si tratta di Annie Duke, Barry Greenstein, Jennifer Harman, Linda Johnson, John Juanda, Marcel Luske, Jack McClelland, Tom McEvoy, Scotty Nguyen e Huckleberry ‘Huck’ Seed. Ciascuno di loro ha dato un indubbio contributo al movimento del poker, sia nei tornei di Texas Hold’em e sia per quanto riguarda la divulgazione e la promozione di questo vero e proprio mondo a livello internazionale.

Come detto, a novembre i 18 membri ancora in vita della Hall of Fame, insieme a un panel di 17 tra giornalisti e addetti ai lavori, sceglieranno due tra quesi dieci candidati, i quali finiranno dritto dritto nella storia del Texas Hold’em. Non deve sorprendere la mancanza di gente come Phil Ivey e Daniel Negreanu, dato che un requisito fondamentale per poter far parte della Hall of Fame del poker è avere almeno 40 anni.

Stiamo comunque parlando di gente che potrebbe tranquillamente aprire una scuola di poker. Come al solito non c’è nessun esponente del poker online, dato che si tratta di un fenomeno abbastanza recente. Ad ogni modo, non è solo l’età l’unico metro di giudizio: per poter essere candidati occorre aver giocato ai massimi livelli, nelle partite high stakes, aver espresso costantemente un buon poker, aver resistito ai cambiamenti che il gioco ha subito negli anni e, per i non giocatori (dato che possono essere candidati anche loro) devono aver dato un contributo duraturo alla crescita del poker.

poker.excite.it fa parte del Canale Blogo Sport - Excite Network Copyright ©1995 - 2014