Excite

Texas Hold’em: Ben Lamb, la promessa (mantenuta) del poker

Nei giorni scorsi abbiamo parlato a lungo di Ben Lamb, uno dei pochi giocatori al mondo ad aver mai concluso in testa il Day 1 e il Day 2 del Main Event delle WSOP. Vale la pena approfondire il discorso su questo fortissimo giocatore di poker, che a soli 26 anni ha già ottenuto risultato che la maggior parte dei suoi colleghi può solo sognare.

Lamb non è nuovo a imprese eccezionali alle WSOP. Nel Main Event del 2009, infatti, il ragazzo si classificò al 14esimo posto, incamerando ben 633 mila dollari. Ma quest’anno ha dato il meglio di sé: ha trionfato nell’Evento da 10 mila dollari dedicato al Pot-Limit Omaha, guadagnando 814 mila dollari. E non solo: si è piazzato secondo ad un evento da 3 mila dollari, sempre di Pot-Limit Omaha (vincendone 259 mila), ottavo al Poker Player’s Championship (201 mila dollari) e 12esimo all’evento ad 10 mila dollari dedicato al No Limit Six Handed (56 mila dollari).

Facendogli un po’ in conti in tasca, in queste World Series of Poker Ben Lamb ha raggranellato ben 1 milione e 330 mila dollari, con la possibilità di incrementarli, visto che è ancora ben messo nel Main Event in corso. Un giocatore di Texas Hold’em del genere, una volta acquisito uno stack grosso diventa infatti una minaccia per tutti, ed è difficile che possa venire eliminato prematuramente, a meno che ovviamente non gli capiti qualche colpo particolarmente sfortunato.

La storia di Ben Lamb e della sua passione per i tornei di Texas Hold’em (e in particolare per il cash game) inizia 6 anni fa, quando lascia gli studi e si concentra sulla sua carriera. Una carriera che è schizzata subito a livelli incredibili, visto che in totale, tra poker live e poker online, Lamb ha guadagnato qualcosa come 3,6 milioni di dollari. E chissà che non diventino molti di più, al termine di queste WSOP.

poker.excite.it fa parte del Canale Blogo Sport - Excite Network Copyright ©1995 - 2017