Excite

Texas Hold’em: alle WSOP scocca l’ora del Main Event

Il poker Texas Hold’em con la giornata di oggi tocca il culmine della stagione 2010/2011. Alle WSOP, infatti, comincia il Main Event da 10 mila dollari di buy-in, l’evento che tutto il mondo aspetta ormai da mesi: saranno tantissimi i fenomeni del poker che cercheranno di lauerarsi campioni del mondo, ma dovranno vedersela con una schiera ancor più nutrita di amatori e ‘giocatori della domenica’.

Eppure mai come quest'anno i professionisti del Texas Hold’em hanno una possibilità così concreta di fare bingo. Nonostante il previsto calo di affluenza nei tornei di poker non abbia affatto colpito le WSOP, i cui numeri sono anzi in crescita rispetto al passato, sembra che l’evento che possa risentire maggiormente del Black Friday possa essere proprio il Main Event, l’evento principale. Lo sostengono in molti, tra addetti ai lavori e giocatori professionisti.

Il motivo? È presto detto. La stragrande maggioranza degli amatori che negli ultimi anni hanno affollato le sale del Rio proveniva dai satelliti di poker online, tornei enormi ma che con una spesa molto contenuta permettevano agli americani di vivere il loro sogno. Un sogno spezzato l’ormai lontano 15 aprile, quando il Dipartimento di Giustizia mise i sigilli al poker virtuale made in USA.

Il poker, però, ci insegna che è meglio non dire ‘gatto’ prima di averlo nel sacco. Secondo molti, le WSOP in generale avrebbero dovuto avere una partecipazione minore rispetto agli scorsi anni, cosa come detto che non è affatto avvenuta. È probabile che il Main Event di quest’anno non batterà il record assoluto di presenze (che spetta all’edizione 2006, quella vinta da Jamie Gold) e che non si avvicini ai numeri dell’anno scorso, ma da qui a dire che sarà un campionato del mondo in tono minore ce ne passa. Non ci resta che attendere.

poker.excite.it fa parte del Canale Blogo Sport - Excite Network Copyright ©1995 - 2017