Excite

Regole poker: Il Royal Hold’em

Torniamo a parlare delle varianti del poker con un gioco molto simile, anzi praticamente identico, al Texas Hold’em: il Royal Hold’em. Si tratta di una variante del poker molto semplice da giocare, ma particolare perché promette davvero spettacolo. L’unico inconveniente, se possiamo definirlo così, è che proprio per la sua particolarità può essere giocato da un massimo di sei player soltanto.

Il Royal Hold’em segue tutte le regole del poker come le conoscono anche i profani: vince chi ha la combinazione più alta, oppure chi riesce a far foldare la propria mano a tutti gli avversari. Si gioca con il classico mazzo di carte, solo che in questa versione vanno escluse tutte le carte di valore pari o inferiore al nove. Cioè si giocherà solo con i quattro dieci, i quattro jack, le quattro donne, i quattro re e i quattro assi. Per un totale di 20 carte. Ecco perché non è possibile giocare in più di sei persone.

Come detto, il Royal Hold’em si ispira al Texas Hold’em. Il mazziere disctribuisce due carte private a ciascuno, e poi provvede a sistemare sul board il flop, il turn e il river. I giri di puntata seguono lo stesso ordine del Texas Hold’em, e si può giocare in modalità No Limit, Pot Limit, Fixed Limit o Limit.

Visto così, il Royal Hold’em potrebbe sembrare solo uno dei tanti giochi di poker esistenti. In realtà, il fatto che il mazzo sia formato solo da 20 carte apre una serie di combinazioni fortissime dall’alta probabilità di riuscita. Non sarà raro trovare due o più giocatori con una coppia di partenza, che finisce per chiudersi in un full house o addirittura in un poker. Dunque il divertimento è assicurato, perché l’emozione di chiudere punti esagerati si ripeterà costantemente.

poker.excite.it fa parte del Canale Blogo Sport - Excite Network Copyright ©1995 - 2014