Excite

Regole poker: Il poker Tic Tac Toe

Oggi vogliamo parlare di una variante del poker che non troverete nei casinò, né nelle poker room virtuali o terrestri che siano. Si tratta di un gioco che mescola il Texas Hold’em e il classico ‘tris’, quello che tutti noi abbiamo giocato almeno una volta a scuola assieme al nostro compagno di banco, magari durante una lezione molto lunga e noiosa. Parleremo del poker Tic Tac Toe.

Per giocare a questa variante del poker si utilizzano quasi tutte le regole del Texas Hold’em: ciascun giocatore riceve due carte private e il dealer volta un board, anche se un po’ particolare come vedremo. Vince chi alla fine avrà la combinazione di poker più alta degli avversari, proprio come succede in tutte le versioni High del nostro gioco preferito.

Ma veniamo alle peculiarità vere e proprie del poker Tic Tac Toe. Cosa c’entra col tris? Innanzitutto, ‘tic tac toe’ non è altri che il modo in cui gli inglesi chiamano proprio questo semplice gioco, formato da un quadrato con nove caselle e il cui scopo è segnare tre simboli identici in modo da formare una riga, una colonna o una diagonale. Ed è proprio qui che entra in gioco la commistione tra il poker e il tris.

Le regole del poker Tic Tac Toe, infatti, prevedono che le tre classiche street che il dealer volta nel Texas Hold’em (flop, turn e river) vengano sostituite da tre colonne formate da tre carte ciascuna, in modo che alla fine sul tavolo ci sia una griglia formata da tre colonne e tre righe di carte (formazione che ricorda lo schema del tris). Alla fine della mano, i giocatori possono scegliere se unire le proprie due carte private a una qualsiasi riga, colonna o diagonale. Come detto, questa variante del poker non si trova nelle partite ufficiali; piuttosto, si tratta di un simpatico passatempo da giocare con gli amici.

poker.excite.it fa parte del Canale Blogo Sport - Excite Network Copyright ©1995 - 2017