Excite

Regole poker: Il poker Chowaha

Il Chowaha non è una variante del poker molto comune, e sicuramente non vi capiterà di vederla giocare nei casinò, o nei vari circuiti di tornei di poker. È una variante, però, abbastanza comune negli Stati Uniti nelle partite tra amici, e viene giocata di solito per spezzare la monotonia di una classica partita a Texas Hold’em. Tra l’altro, il Chowaha prende spunto proprio dal Texas Hold’em, anche se ovviamente qualche regola varia.

Il Chowaha, come detto, riprende le regole del Texas Hold’em: ciascun giocatore riceve due carte private, e può utilizzarne una o entrambe per formare il punto più alto, insieme alle carte comuni. Detto che il Chowaha si gioca prevalentemente in versione Fixed Limit (cioè con un limite fisso di puntata), e che spesso viene giocato anche in modalità Hi Lo, è proprio nella composizione del board dove questa variante si differenzia dal Texas Hold’em.

Nel Chowaha, infatti, il board viene formato con uno schema che ricorda il famoso ‘albero di Natale’ che sicuramente gli appassionati di calcio, in particolare i tifosi del Milan, riconosceranno. In questa variante del poker vengono schierati tre flop paralleli, due turn paralleli e un solo river. I giocatori possono scegliere varie combinazioni di board; naturalmente il river, essendo singolo, è obbligatorio, ma ciascuno dei partecipanti ha la possibilità di decidere quale turn utilizzare e quale flop utilizzare. In totale, perciò, è come giocare su quattro board diversi.

Abbiamo detto che questa variante del Texas Hold’em può essere giocata in versione Hi Lo. Ciò significa, semplicemente, che con questa regola vince non solo il punto più alto possibile, come nell’Hold’em, ma anche la combinazione più bassa possibile, seguendo le regole dei giochi Low come l’Omaha Hi Lo o il Seven Card Stud Hi Lo.

poker.excite.it fa parte del Canale Blogo Sport - Excite Network Copyright ©1995 - 2017