Excite

Regole poker: Il Double-board Texas Hold’em

Dopo la pausa estiva, torniamo a parlare delle varianti del poker, questa volta addentrandoci in un gioco abbastanza semplice: il Double-board hold’em. Non si tratta di un gioco che troverete nelle poker room o nei casinò, terrestri od online che siano; più che altro è una variante da giocare tra amici, per spezzare la monotonia delle lunghe sessioni di poker e per dare un po’ più di pepe alla serata.

Come si intuisce facilmente dal nome, il Double-board hold’em riprende le regole del Texas Hold’em praticamente per filo e per segno. L’unica differenza tra il poker Texas Hold’em e il poker Double-board hold’em è data dal fatto che in quest’ultima variante il mazziere distribuisce due board, distinti e separati l’uno dall’altro. Per il resto valgono, dalla prima all’ultima, tutte le altre regole del Texas Hold’em.

Entrando nel dettaglio di questa variante del Texas Hold’em, andiamo subito ad analizzare come detto l’unica diversità. In pratica, nel Double-board hold’em avremo due file di cinque carte ciascuna posizionate sul tavolo, invece della classica e canonica singola fila (il board, appunto) a cui siamo abituati nel Texas Hold’em. Il mazziere distribuirà prima due flop, poi due turn e infine due river, avendo sempre cura di scartare la prima carta.

In pratica in questo tipo di poker i giocatori hanno la possibilità di scegliere con quale board abbinare le proprie due carte private. Non è possibile mescolare i board, ad esempio scegliendo il flop della prima fila e il river della seconda. Lo scopo del gioco è semplicemente valutare quale dei due board si connetta meglio con le proprie carte private, ed utilizzarlo per formare il punto più alto possibile, in modo da battere gli avversari.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017