Excite

Regole del poker all’italiana

Il Five Card Draw (o 5 Card Draw) è conosciuto dalle nostre parti come poker all’italiana. Si tratta, per intenderci, di quella variante del poker che si vede in molti film famosi prodotti dal cinema italiano, come Regalo di Natale e La rivincita di Natale, pellicole entrambe dirette dal regista Pupi Avati.

Tecnicamente, il poker all’italiana è di per se stessa una variante del Five Card Draw, poiché nell’originale americano si gioca con tutto il mazzo da 52 carte. Le regole del Five Card Draw, infatti, non prevedono che si scartino alcune carte, come invece avviene nel poker all’italiana. Qui, le carte da utilizzare si stabiliscono grazie alla ‘regola dell’11’: in pratica, a 11 si sottrae il numero dei partecipanti alla partita, per trovare la carta di valore minimo con cui si giocherà. Per esempio, se quattro amici si ritrovano a giocare una partita di poker all’italiana, la carta più bassa del mazzo sarà il 7 (11-4).

Le regole del poker all’italiana differiscono solo per questo particolare (e per un altro, legato ai punti, che vedremo fra poco), per il resto sono uguali a quelle del Five Card Draw originale. Ciascun giocatore, prima di iniziare, mette delle chip nel piatto (il classico ‘invito’): poi il mazziere distribuisce cinque carte, una alla volta, in senso orario. Il primo a parlare è il giocatore alla sinistra del mazziere, che può aprire il gioco solo se in possesso di una combinazione pari almeno alla coppia di jack. Se non può aprire, la parola passa al giocatore successivo, e così via. Se nessuno può aprire, il mazzo passa al giocatore seguente e l’apertura sale alla coppia di donne; se neppure in questo caso nessuno può aprire, il mazzo slitta di nuovo e si aprirà con la coppia di re. In ogni caso, se nessuno può aprire per tre giri consecutivi, l’apertura torna ad essere la coppia di jack.

Dopo l’apertura del piatto, ciascun giocatore può decidere di vedere o rilanciare, secondo regole che di solito vanno stabilite prima della partita. Poi, si procede al ‘draw’, cioè al cambio delle carte: si possono cambiare da 0 a 5 carte, con lo scopo di formare la combinazione di poker migliore possibile. Qui entra in gioco un’altra differenza tra il Five Card Draw e il poker all’italiana: nel primo, il full house batte il colore, nel secondo avviene il contrario. Questo perché essendo minore il numero delle carte utilizzate, nel poker all’italiana è più facile chiudere un full house che un colore. Dopo il cambio delle carte, i giocatori ancora attivi procedono a un altro giro di puntata: in caso di showdown, vince il giocatore che mostra la combinazione di cinque carte migliore.

(Foto © HTTP 500 - Internal Server Error su Flickr)

poker.excite.it fa parte del Canale Blogo Sport - Excite Network Copyright ©1995 - 2017