Excite

Poker, ecco la scala dei punteggi del Texas Hold’em

Ormai il Texas Hold’em, ovvero il classico poker importato dagli Stati Uniti e che si è diffuso a macchia d’olio in tutto il mondo, è una vera e propria mania. Due carte in mano e cinque sul tavolo per cercare di ottenere il punto più alto che stenda tutti gli avversari.

    Ma quante volte vi è capitato di litigare su chi avesse il punto più alto in mano? Ecco una rapida guida che vi spiega i punti in ordine crescente del poker in modo da non sbagliare più:

  • Carta alta: E’ il punto che si concretizza quando in mano non si hanno punti concreti. A questo punto se nessuno dei giocatori non è in possesso nemmeno di una coppia vince il piatto chi ha la carta più alto in mano (l’asso è il punto più alro, poi K, Q, J, 10, e via dicendo…).
  • Coppia: Due carte dello stesso valore (es. 6 di cuori, 6 di picche)
  • Doppia Coppia: due coppie di carte dello stesso valore (es. 6 di cuori, 6 di picche + J di quadri, J di picche).
  • Tris: Tre carte dello stesso valore (es. K di cuori, K di quadri, K di fiori).
  • Scala: 5 carte in ordine crescente non dello necessariamente dello steso seme (l’asso vale sia da 1 che da kicker alto, la scala più alta batte la scala bassa).
  • Colore: 5 carte dello stesso seme (Es. 3, 6, 10, K, 2 di picche).
  • Foul: Tre carte dello stesso valore (tris) + 2 carte di altro valore (coppia) (es. 7 di quadri, 7 di picche, 7 di cuori + 5 di fiori, 5 di quadri).
  • Poker: 4 carte dello stesso valore (es. Q di quadri, Q di fiori, Q di picche, Q di cuori).
  • Scala a colore: 5 carte dello seme in sequenza (l’asso vale sia da 1 che da kicker alto). (es. A, 2, 3, 4, 5 di cuori).
  • Scala reale: Sono le 5 carte più alto dello stesso seme (l’asso vale sia da 1 che da kicker alto). La scala reale media batte la scala reale minima, la scala reale minima batte la scala reale massima.

… All in!

 (foto © LaPresse)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017