Excite

Poker a tre carte: le regole

Tra le tante varianti del poker, alcune si prestano prettamente a essere giocate nei casinò. Una di queste è senza dubbio il poker a tre carte, una versione che si gioca contro il banco, ma anche contro, per così dire, la mera sorte. Le regole del poker a tre carte sono poche e ben precise, e rendono questo gioco un passatempo niente male.

Il three card poker, nome originale di questa variante, prevede due modalità di gioco: il Pairplus e l’Ante and Play. Il giocatore può scegliere in autonomia se praticare entrambe le modalità o soltanto una di queste a sua scelta. Naturalmente, trattandosi di un gioco da casinò, va piazzata una puntata sul tavolo, a seconda dei limiti, minimi e massimi, imposti dal tavolo stesso.

Entrando nel dettaglio del poker a 3 carte, cominciamo dicendo che ciascun giocatore riceve tre carte private, che non potrà cambiare mai nel corso della mano. Per quanto riguarda il Pairplus, l’unico scopo è quello di ricevere almeno una coppia, punteggio minimo che dà diritto a una vincita. Naturalmente, più alta è la combinazione che si riceve, maggiore è la vincita; per cui un colore pagherà più di una coppia, una scala più di un colore, un tris più di una scala e la scala colore più di qualsiasi altra combinazione.

Nell’Ante and Play, invece, entra in gioco anche il banco. Lo scopo dell’Ante and Play è battere la combinazione del banco, che si qualifica soltanto se tra le sue tre carte possiede almeno una donna-carta alta. In caso contrario, il giocatore riceve solo il corrispettivo della sua puntata. Se invece il banco ha una mano che si qualifica a giocabile, si procede al confronto tra la sua e quella del giocatore, che vince, naturalmente, se possiede una combinazione migliore. Come si evince, questa variante del poker si basa sulla pura fortuna; nulla a che vedere con il Texas Hold’em!

(Foto © lorenzo stupid kid AKA rockito su Flickr)

poker.excite.it fa parte del Canale Blogo Sport - Excite Network Copyright ©1995 - 2017