Excite

Le regole del badugi

Il badugi è una variante del draw poker non molto diffusa, ma particolarmente apprezzata dagli esperti giocatori di poker. Le origini di questo gioco, secondo gli storici, risalgono ad alcune centinaia di anni fa; il badugi sarebbe un gioco inventato dai cinesi, anche se non esiste una conferma ufficiale a questa teoria.

Le regole del badugi sono strutturalmente molto semplici. In un certo senso assomigliano a quelle del Texas Hold’em, perché anche nel badugi esiste un dealer, uno small blind e un big blind, e le puntate cominciano dal primo giocatore alla sinistra del big blind. Ciascuno dei partecipanti riceve però quattro carte, come nell’Omaha, carte che potranno essere cambiate, come nel 5 Card Draw, ad ogni giro di puntata (da dopo il primo). Lo scopo del gioco nel badugi è creare la combinazione di quattro carte, tutte di seme diverso, più bassa possibile (come nel lowball).

Il regolamento del badugi prevede che ci siano quattro giri di puntata, e che dopo ogni puntata ciascuno dei giocatori possa cambiare nessuna, una, due, tre o persino tutte e quattro le proprie carte. Solitamente il badugi si gioca nella modalità fixed limit, cioè con un limite fisso per ciascuna puntata, ma esistono anche partite di badugi no limit (senza limite), pot limit (con limite al piatto) e half pot limit (con limite a metà piatto). Dopo il quarto giro di puntate, se ci sono ancora almeno due giocatori attivi si procede allo showdown.

A questo punto occorre capire quale giocatore ha vinto la mano. Per calcolare i punti nel badugi, si tenga presente che occorre formare combinazioni fatte da carte di seme diverso. Il punto migliore, dal momento che le scale non contano e che l’asso vale come carta bassa, è A-2-3-4 di semi diversi (punto detto proprio badugi). Qualsiasi mano formata da quattro carte batterà sempre una combinazione formata da tre carte; una mano di tre carte batterà sempre una di due e così via. Per esempio, 8-5-4-3 batte 4-3-2, anche se quest’ultima combinazione teoricamente è più bassa, poiché è formata da sole tre carte. Per vincere al badugi occorre avere buona memoria, per ricordare quante carte hanno scartato gli avversari, ed è importante sfruttare il vantaggio di posizione.

(Foto © mjsonline su Flickr)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017