Excite

I punti nel Texas Hold'em

Nel Texas Hold’em, la variante di poker più in voga del momento, i punti sono leggermente diversi da quelli ai quali erano abituati i giocatori del 5 Card Draw, il cosiddetto ‘poker all’italiana’. Al lato pratico, nel Texas Hold’em il colore e il full house si scambiano di posizione, con quest’ultimo a battere il primo.

In assoluto, il punto più forte nel Texas Hold’em è la scala reale (royal flush), una combinazione formata da una scala dall’asso al dieci con le carte tutte dello stesso seme. A seguire troviamo un altro tipo di scala, la scala colore (straight flush), che equivale a qualsiasi tipo di scala formata da carte dello stesso seme, ma che non va dall’asso al dieci.

Un punto fortissimo, ma inferiore alle scale sopra citate, è il poker (four of a kind), ovvero una combinazione formata da quattro carte uguali. Come detto, a seguire il poker nel Texas Hold’em non troviamo il colore(flush), bensì il full house. Poi, dopo il colore (flush), vengono rispettivamente la scala (straight), il tris (three of a kind), la doppia coppia (two pair) e la coppia (one pair).

Nel Texas Hold’em, però, è molto facile vincere anche con la semplice carta alta, soprattutto quando sul tavolo è già presente una combinazione molto forte come una doppia coppia o un tris. Bisogna sempre tenere presente che nel Texas Hold’em vale la combinazione di cinque carte più alta possibile, formata da una o entrambe le carte private del giocatore e, rispettivamente, quattro o tre carte comuni. A volte capita che la combinazione più alta sia quella del tavolo, come nel caso di un full house, di un colore o di una scala prodotta da tutte e cinque le carte comuni.

(Foto © Poker.it)

poker.excite.it fa parte del Canale Blogo Sport - Excite Network Copyright ©1995 - 2017