Excite

EPT Berlino a Ben Wilinofsky

Niente da fare per i colori azzurri all’EPT di Berlino. A trionfare è stato il giovanissimo Ben Wilinofsky, 22 anni proveniente dal Canada, che si era qualificato tramite un satellite online spendendo pochi dollari: per lui 825 mila euro (1.1 milioni di dollari) e la soddisfazione di aver alzato la splendida ‘picca’.

Dicevamo degli italiani, tra i protagonisti del Day 2 di questo EPT. Ebbene, i migliori, Mario Adinolfi e Gerardo Muro, si sono piazzati rispettivamente al 22esimo e al 23esimo posto, tradendo parzialmente le attese. Soprattutto Adinolfi, che si stava comportando benissimo in questo torneo di poker dopo l’ottimo piazzamento al WPT Vienna, non è riuscito a confermarsi nonostante avesse chiuso il Day 2 con il settimo stack più grosso in assoluto.

Ma ripercorriamo il final table di questo evento, che ha visto sfidarsi Ben Wilinofsky, Maximilian Heinzelmann, Vadzim Kursevich, Darren Kramer, Armin Mette, Martin Jacobson, Joep van de Bijgaart e Jonas Gutteck. Dunque un tavolo finale di outsider per questo torneo di Texas Hold’em avaro di soddisfazioni per i big.

Subito in palla Wilinofsky, che ha eliminato ben tre giocatori (van den Bijgaart in settima posizione, Mette in quinta e Kursevich in terza) dopo aver vinto un piatto enorme che gli aveva fatto raggranellare praticamente la metà delle chip ancora in gioco. Arrivato all’heads-up con uno stack groso più del doppio di quello di Heinzelmann, Wilinofsky ha chiuso questo torneo di poker chiudendo una scala bilaterale che ha superato la top pair dell’avversario. Heinzelmann è tornato a casa con 500 mila euro di ‘consolazione’.

(Foto © Lludo su Flickr)

poker.excite.it fa parte del Canale Blogo Sport - Excite Network Copyright ©1995 - 2017