Excite

Cash game poker Texas Hold’em, Duhamel fa la voce grossa

Jonathan Duhamel, vincitore del main event delle WSOP 2010, ha fatto il suo esordio sabato sera nel popolarissimo show High Stakes Poker, un format televisivo che va in onda negli Stati Uniti e che è dedicato al cash game. Duhamel se l’è cavata piuttosto bene, concludendo la serata con un bel gruzzoletto.

Il field non era dei più impegnativi, dal momento che degli otto giocatori, tre non erano dei professionisti del poker cash game. Lo si è visto subito, quando gli amatori Julian Movsesian e Mike Baxter hanno gentilmente consegnato a Jason Mercier un piatto di quasi 100 mila dollari senza che questi facesse poi una gran fatica per vincere.

La serata è proseguita proprio con il primo acuto di Duhamel, una delle nuove leve del Texas Hold’em che più stanno impressionando nei tornei di poker, ma anche nel cash game. Il campione del mondo ha rilanciato con Q-5 ed è stato chiamato sia da Movsesian che dal terzo amatore, Bill Perkins. Sul flop, Duhamel ha trovato un cinque, ma al turn Movsesian è schizzato in vantaggio con il suo A-K quando è sceso un asso. Qui, l’amatore ha commesso un tipico errore cercando un inutile slow-play e permettendo a Duhamel di centrare un tris al river: il professionista ha così potuto portarsi a casa un piatto da 86 mila dollari.

La serata dedicata al poker è proseguita con un altro colpo a sensazione di Duhamel, che si è aggiudicato il piatto più grosso della sessione: 140 mila dollari, frutto di un colore nut contro un set di Mike Baxter. Poi la sessione è andata scemando, ma i professionisti hanno comunque controllato il tavolo con autorità: nel poker non ci si improvvisa campioni da un giorno all’altro!

(Foto © Kaptain Kobold su Flickr)

poker.excite.it fa parte del Canale Blogo Sport - Excite Network Copyright ©1995 - 2017