Excite

Ana Marquez svetta al Day 4 del PCA

Si chiama Ana Marquez, è spagnola, giovane, carina. È l’unica donna rimasta al main event del PokerStars Caribbean Adventure (PCA), un torneo di Texas Hold’em dal montepremi di oltre 12 milioni dollari. Soprattutto è la chip leader del Day 4, con circa 3.8 milioni di chip che le danno il diritto di sognare il primo premio da 2.3 milioni di dollari.

A tallonarla, con 3.7 milioni di chip, c’è Chris Moneymaker, ex campione del mondo alle World Series of Poker 2003 (nonché uomo considerato lo ‘spartiacque’ tra il poker di una volta e il poker moderno) che continua a inseguire il suo obiettivo: vincere un altro torneo di Texas Hold’em importante dopo il main event delle WSOP. Moneymaker è costantemente tra i big stack, nei quali si è insediato già dal Day 2.

Il Day 4 è stato abbastanza breve, rispetto alle altre giornate, se è vero che ci sono volute meno di sei ore per passare da 48 giocatori a 22. Non ce l’ha fatta Erika Cerasti, giocatrice di poker italiana, arresasi al quarantaduesimo posto (52.000 dollari di premio per lei) dopo essere approdata dal Day 4 con il terzultimo stack più grosso. Chris Oliver e Galen Hall, tra i chip leader degli ultimi giorni, approdano al Day 5, mentre non ce la fanno Max Lehmanski e John Andress. Caso curioso, anche per lo strano mondo del Texas Hold’em: Nicholas Kamen, Timothy Finne e Josh Bergman sono stati eliminati tutti quanti durante la loro ultima mano, su tre tavoli differenti, al termine della giornata.

Oggi si gioca il Day 5, che si protrarrà fino alla designazione degli otto giocatori che parteciperanno al tavolo finale del PokerStars Caribbean Adventure (PCA) Main Event. Tutti i player rimasti hanno un premio garantito di 75.000 dollari, ma il sogno è quello di portarsi a casa l’assegno che ne vale 2.3 milioni.

(Foto © V1LL14N su Flickr)

poker.excite.it fa parte del Canale Blogo Sport - Excite Network Copyright ©1995 - 2017